Giuseppe Piffaretti

Giuseppe Piffaretti

Sabato, 30 Gennaio 2016 21:31

Storia del Club

Il Foto Club Lugano nasce nel 1931 con la denominazione Club Cine dilettanti Lugano. Fra i soci fondatori ricordiamo Angelo Camponovo (nella cui osteria c'era la sede), Hans Wullschleger, Piero Volontè, Lucia Bernasconi-Magneret e Vincenzo Vicari. Associatisi in un secondo tempo il dottor Amilcare Brivio e l'architetto Gastone Cambin, essi saranno i fautori di quella rinascita che seguirà alla pausa degli anni ‘50 ed anche i primi presidenti.

 

Nel neonato Club l’interesse era soprattutto centrato sulla cinematografia, a quel tempo rappresentata dal costoso 16 mm. Solo successivamente e forse anche grazie all’affermarsi delle Leica e del più economico formato 35 mm la fotografia prese il sopravvento. Si parlava ancora rigorosamente di pellicole in bianco e nero che i soci avevano la possibilità di sviluppare e stampare nella camera oscura attrezzata nella sede del Club, quella sede che negli anni ’50 venne a mancare causando un periodo di forzata inattività.

Finalmente il 14 febbraio 1967 nello studio fotografico di Vincenzo Vicari un gruppo di vecchi soci ed alcuni nuovi rifondarono il Club con la denominazione Associazione Luganese Foto Cine Dilettanti, ereditando le attrezzature del precedente Club e 496.60 franchi di residuo cassa. Il 26 aprile 1967 si costituì ufficialmente la prima assemblea con la nomina del comitato cosi composto: presidente Amilcare Brivio, vice-presidente Fabio Forni, direttore tecnico Floriano Egger, consigliera Lucia Bernasconi.

 

A fine anno, da 35, i soci aumentarono a 52 e negli anni seguenti si arrivò ad oltre 100 (attualmente,2016) il Club ne conta ca 70). Anche se la nuova denominazione manteneva ancora la parola Cine, l’attività principale del Club stava diventando ormai sempre più la fotografia. Soltanto pochi soci continuavano a praticare in modo impegnato la cinematografia fino a che, nel 1984, si divisero dal gruppo principale fondando con Rolf Leuenberger il CiAC (Cineamatori Ceresio) che ottenne (e ottiene) lusinghieri successi con film semi-professionali.

Nel 1987 il Club si trasferisce in via Ciseri 1  e, nel 1997, durante la lunga presidenza di Benito Panelli il nome viene definitivamente cambiato in Foto Club Lugano, sancendo con ciò la definitiva consacrazione alla fotografia. La presidenza passa nel 2001 a Ruth Cassina che inizia un processo di avvicinamento alle nuove tecnologie anche grazie alla presenza di nuovi soci attivi nel settore delle tecnologie digitali.

 

Nel 2005 viene nominato il nuovo comitato esecutivo con alla presidenza Vito Noto, coadiuvato dai membri del comitato Marco Cortesi (vice-presidente), Oliver Ayerle (responsabile tecnico), Andrea Cochet (cassiere), Ivo Kwee (webmaster), Olivia Meneghetti (segretaria).

Nel 2005 il FotoClubLugano, insieme al Gruppo Amici della Fotografia di Caslano ed al gruppo Imago di Luino, dà vita ad insARTes un’associazione artistica il cui intento è quello di raccogliere e supportare concretamente tutte le espressioni, forme, pulsioni artistiche e culturali presenti sul territorio insubrico, sottolineando contemporaneamente l’appartenenza concreta a una regione omogenea e dalle precise radici storiche.

 

Diversi soci hanno ottenuto premi e riconoscimenti per la partecipazione a concorsi, esposizioni personali o di club. In campo Cine da segnalare il socio Mino Müller che negli anni ‘70 ottenne diversi riconoscimenti internazionali anche come professionista RTSI. In campo Foto vale la pena ricordare il successo collettivo nel concorso Photo Suisse del 1999, dove il Club ottenne il titolo di campione svizzero con le immagini di Krystyna Rezzonico, Walo Thönen, Benito Panelli, Andrea Cochet, Michele Engeler e Domenico Malandra. A proposito di Photo Suisse (prima denominata ASPA): l’iscrizione del nostro Club data al 1973 e da allora i soci più attivi hanno garantito la partecipazione a quasi tutti i concorsi annuali. Nel 1990 il Club ha organizzato l'assemblea annuale ASPA nel Palazzo dei Congressi a Lugano.

 

Nel 2006 viene nominato il comitato esecutivo alla cui presidenza resta Vito Noto, coadiuvato dai membri del comitato Drago Stevanovic (vice-presidente), Oliver Ayerle (responsabile tecnico), Andrea Cochet (cassiere), Ivo Kwee (webmaster), Petra Spielmann (segretaria), Anna Maria Frasca (consigliera comitato), Jan Righetti (gestione C.I.).

Negli anni successivi molti soci danno il loro contributo collaborando nel comitato a dare continuità alle molte attività che caratterizzano il FotoClubLugano.
Tra questi :  Drago Stevanovic (per alcuni anni vice-presidente), Ognjen Palija (webmaster), Claudia Antonini (segretaria), Paola Rezzonico (assistente gestione C.I. che poi nel 2010 diventerà vice-presidente), Giuseppe Piffaretti (dal 2008), Elena Mariani (segretaria ad interim),Vincenzo Cammarata (gestione C.I) , Daniele Saccà, Dominique Douillez (responsabile tecnico) Alessandro Mascetti (cassiere), Marina Zuccarelli (segretaria), Maria Ares Chillon , Andrea Ceria (Cassiere), Giacomo Cioffi (responsabile tecnico),  Giulia Caramori (segretaria), Vincenzo Cammarata (public relations).

 

Dal 2011 il FCL si trasferisce in via Ronchetto a Molino Nuovo, in una nuova sede dove l'attività si concentra sempre più sulla fotografia digitale. La camera oscura viene modernizzata ma il suo utilizzo si limita a dimostrazioni di "ciò che si faceva ...".  I cambiamenti sia di tecnologia che sociali sono preponderanti e influenzano notevolmente il FotoClub.

Sabato, 30 Gennaio 2016 21:29

Comitato 2016

Membri

  • Danilo Bruzzone
  • Sara Daepp
  • Pier Carlo Felicani
  • Ivana Galli
  • Sebastian Fritzsche
  • Vito Noto (Vicepresidente)
  • Attilio Panzeri, Giuseppe Piffaretti (Presidente)
  • Diana Radicchi
  • Jerry Riedl

 

Ruoli particolari nell’ambito del comitato

 

Vito gestione immagine del FCL attraverso la comunicazione, la grafica
Vito / Attilio relazione pubbliche verso i media e verso personaggi pubblici
Giuseppe gestione del sito
Ivana, Attilio, Jerry gestione del sito FCL su facebook
Diana responsabile finanze e gite
Pier Carlo supporto a Diana
Sara responsabile corsi
Danilo supporto tecnico
Sebastian gestione indirizzi
Sebastian / Danilo supporto alle serate

Naturalmente questi ruoli sono da vedere in parallelo all’attività nell’ambito del comitato.

Sabato, 30 Gennaio 2016 21:27

Statuto del Club

Edizione approvata dall'assemblea del FCL il 29 gennaio 2013

 

I. DISPOSIZIONI GENERALI

 Art. 1

Sulle base di un Cine-Club esistente negli anni 50, in data 13.4.1967 é stata costituita
l’associazione luganese dei foto e cine dilettanti. Con risoluzione assembleare del 14.3.1979,
l’associazione ha modificato il nome in Foto Cine Club Lugano, e dal 11.11.1993 in Foto Club Lugano.
L’associazione con sede a Lugano, é retta ai sensi dell’art. 60 del Codice Civile Svizzero. La sua
natura é apolitica,  aconfessionale non commerciale e senza fine di lucro.

 

 Art. 2

L’associazione si propone i seguenti scopi:

     ·      divulgare e sviluppare ogni attività fotografica
·      organizzare corsi di istruzione e perfezionamento interni e pubblici, nonché dimostrazioni, dibattiti,
     concorsi, mostre e uscite di gruppo con applicazioni pratiche
·      svolgere lavori di laboratorio, tenere un archivio e una biblioteca
·      in generale tutto quanto puo’ servire ad un miglioramento delle conoscenze tecniche ed artistiche
    in merito alla materia e agli scopi prefissi.
·      Puo’ affiliarsi ad associazioni con scopi analoghi (es.: Photosuisse)

 

 II. SOCI

 Art. 3

I soci si distinguono in:
   a) soci ordinari
   b) soci onorari
Sono soci ordinari le persone interessate agli scopi e all’attività dell’associazione.
Sono soci onorari le persone, o gli enti, designati dall’Assemblea generale dei soci
su proposta del Comitato Direttivo, che si sono resi benemeriti dell’associazione.
I soci onorari sono esonerati dal pagamento della tassa sociale.

 

Art. 4

Al momento dell'iscrizione i soci compilano un modulo con le informazioni personali.
Il Comitato Direttivo ne prende atto e informa i nuovi soci che lo statuto è a disposizione
in sede e sul sito del Club e che sono accettati alle condizioni citate nel modulo d’iscrizione[MMOLO1].

 

 Art. 5

Le dimissioni possono essere inviate al Comitato Direttivo in qualsiasi momento
se la[MMOLO2] quota sociale é stata pagata oppure entro due settimane dall'invio
del verbale dell'Assemblea generale dei soci. Il Comitato Direttivo darà conferma per
iscritto al socio dimissionario. Le comunicazioni (dimissioni e conferma) devono
essere inviate per iscritto (posta o email).

 

 Art. 6

Il comitato direttivo puo’ decretare  l’esclusione di un socio per i seguenti motivi:

·      condotta pregiudizievole al buon nome dell’Associazione

Contro la decisione del Comitato direttivo il socio escluso puo’ interporre
ricorso all’Assemblea Generale dei soci.

 

Art. 7

Ogni socio attivo é tenuto al pagamento della quota sociale annua. La quota sociale é fissata
dall’Assemblea generale dei soci su proposta del Comitato direttivo.

Hanno diritto ad una riduzione del 50% della quota sociale:

·         Gli studenti e gli apprendisti fino ai 25 anni
·         Le persone in età AVS
·         i soci che aderiscono al club nella seconda metà dell'anno

 Art. 7 bis

Il socio viene considerato dimissionario in caso di mancato pagamento della quota sociale:

        1)     dopo 1 mese l’assemblea generale
2)
     dopo 1 mese dall’iscrizione del socio stesso

 

 III. ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

 Art. 8

Gli organi dell’Associazione sono:

     ·      l’Assemblea Generale dei soci
·      il Comitato Direttivo
·      la Commissione Revisione dei conti

 III. a) L’Assemblea generale dei soci

 Art. 9

L’Assemblea Generale dei soci é formata da soci attivi, onorari e sostenitori.
Essa si riunisce una volta all’anno al piu’ tardi entro il 15. febbraio di ogni anno.
I soci con diritto di voto[MMOLO3] sono convocati per iscritto almeno 8 15 giorni
prima della data fissata (data di spedizione). In caso di impossibilità ogni socio puo’
farsi rappresentare da un altro socio. Non é consentita più di una delega,
per cui ogni socio non puo’ rappresentare più di due voti.
La convocazione può essere effettuata anche per e-mail.

 

Art. 10

L’Assemblea é valida qualunque sia il numero dei soci presenti e decide a maggioranza
assoluta, salvo per i casi previsti agli art. 13 e 15 del presente statuto. Le votazioni
avvengono per alzata di mano, salvo l’opposizione di almeno 1/10 dei soci presenti.

 

 Art. 11

Ogni qualvolta il Comitato Direttivo lo ritiene necessario puo’ convocare i soci in
Assemblea straordinaria. L’Assemblea Straordinaria dei soci puo’ aver luogo anche su richiesta
scritta e motivata di almeno  1/5 dei soci  ordinari. La convocazione sarà inviata (data di
spedizione) per iscritto almeno 15  giorni prima della data prevista.
La convocazione può essere effettuata anche per e-mail.

 

Art. 12

Sono di competenza esclusiva dell’Assemblea dei soci:

     ·      l’approvazione e la revisione dello statuto
·      la nomina del Comitato Direttivo e della Commissione Revisione dei conti.
·      l’approvazione dei conti annuali di gestione e la relazione morale e tecnica
·      la determinazione delle quote di iscrizione e delle quote sociali annue
·      la nomina dei soci onorari
·      lo scioglimento dell’Associazione

 

 Art. 13

L’Assemblea dei soci delibera solo su argomenti previsti all’ordine del giorno,
tranne nei casi di urgenza con l’approvazione dei 4/5 dei soci presenti.

 

 Art. 14

La revisione del presente statuto puo’ avvenire solo con l’approvazione della maggioranza
qualificata dei 4/5 dei soci presenti e se la revisione figura all’ordine del giorno.

 

 Art. 15

Lo scioglimento dell’Associazione puo’ avvenire:

     ·      solo con l’approvazione della maggioranza qualificata dei 4/5 dei soci presenti, ritenuta
    una presenza minima di almeno il 20% di tutti i soci (ordinari, onorari)
·      se lo scioglimento figura all’ordine del giorno.

 III. b) Il Comitato direttivo

 Art. 16

Il Comitato Direttivo é composto da:

un Presidente, un Vice-Presidente, un Segretario, un Cassiere, un Consigliere tecnico per la
fotografia, un Responsabile Web e IT ed eventualmente altri soci fino ad un massimo
di tre membri aggiuntivi.
Il Consigliere Tecnico potra avvalersi dell’aiuto di uno o piu’ collaboratori scelti fra i soci.
Il Segretario può assumere i compiti del cassiere.
I membri del Comitato Direttivo restano in carica 2 anni e possono essere rieletti per altri
due anni. (tolto per altri soli due mandati)

 

Art. 17

Il Presidente sociale possiede diritto rappresenta individualmente l'Associazione nei confronti dei terzi;
presiede il Comitato Direttivo, di cui é membro, presiede l'Assemblea e coordina l'attività associativa.
Ha, inoltre, il dovere di convocare l'Assemblea almeno una volta ogni anno, in occasione dell'approvazione
del rendiconto economico e finanziario e per l'eventuale rinnovo delle cariche sociali. In caso di
impedimento é sostituito dal Vice Presidente ed in caso di impedimento anche di quest'ultimo dal
Segretario. Il Presidente può in caso d'urgenza, adottare provvedimenti nella competenza del
Comitato Direttivo, salvo ratifica da parte di questo. Il Presidente può delegare il Vicepresidente od un
altro membro del Consiglio Direttivo, per particolari funzioni. Il Presidente deve essere eletto tra i soci
che sono iscritti e attivi da almeno un anno. Trenta giorni prima della data di scadenza del mandato il
Presidente convoca l'Assemblea dei soci per l'elezione del nuovo Presidente, che deve svolgersi comunque
prima della data di scadenza del mandato. In caso di impedimento o di dimissioni del Presidente, l'Assemblea
dei soci é convocata dal Vice Presidente, o da un membro del Comitato Direttivo o da un terzo dei soci, in
caso di impedimento o dimissioni del Vicepresidente, quindici giorni dalle dimissioni (o dall’impedimento) del
Presidente , per l'elezione del nuovo Presidente, che deve svolgersi comunque nei quindici giorni
successivi alla data di convocazione[MMOLO4].

 

 Art. 18

Il Vice-Presidente fa le veci del Presidente durante la sua assenza e lo aiuta nell’adempimento delle
sue mansioni. Il Vice- Presidente deve essere eletto tra i soci che sono iscritti e attivi da almeno un anno.

 

 Art. 19

Il cassiere cura l’esazione delle quote sociali, esegue i pagamenti su incarico del Presidente o del Vice-Presidente
o del segretario: tiene regolare registrazione di tutto il movimento finanziario. Alla chiusura della gestione
annuale presenta il rendiconto e la registrazione patrimoniale.

 

 Art. 20

Il Segretario é responsabile della tenuta dei verbali ed esegue i compiti affidatigli dal Presidente e
dal Comitato Direttivo.

 

 Art. 21

E’ facoltà del Comitato Direttivo di nominare delle Commissioni speciali. Esso prende pure tutte le iniziative
che consentono di attuare nel miglior modo possibile, gli scopi dell’Associazione. Assolve comunque tutti
quei compiti che non sono di esclusiva competenza dell’Assemblea dei soci.

 

 Art. 22

Il Comitato Direttivo si riunisce su invito del Presidente o di 2/5 dei membri di Comitato. Puo’
deliberare solo se sarà presente la metà piu’ uno dei suoi membri.

 III. c) La Commissione revisione dei conti

 Art. 23

La Commissione Revisione dei conti si compone di due revisori e di un supplente. Controlla i conti sociali e
presenta un rapporto scritto all’Assemblea Generale dei soci.  Questa Commissione resta in carica 2 anni
ed é rieleggibile per altri 2 anni.

IV.  Patrimonio e risorse

Art. 24

Le entrate dell'Associazione sono rappresentate:

·         dai proventi delle "quote associative";

·         da eventuali elargizioni fatte da soci o da terzi;

·         da sottoscrizioni, donazioni, contributi, lasciti, di enti pubblici, privati, associazioni;

·         da sponsorizzazioni e pubblicità;

da tutte le altre entrate o contributi che possono concorrere a vantaggio dell'Associazione, sia per la
sua attività statutaria che in occasione dell'organizzazione di mostre, concorsi e attività di documentazione
e ricerca fotografica.

Art. 25

L'eventuale avanzo di gestione non sarà mai distribuibile, direttamente o indirettamente, tra i soci,
a qualsiasi categoria essi appartengano e dovrà essere destinato alle finalità istituzionali e/o di
pubblica utilità che il Comitato Direttivo riterrà più opportune, salvo che la destinazione o la distribuzione
non siano imposte dalla Legge.

Art.26

La gestione del patrimonio é affidata al Presidente con la collaborazione dei membri del Comitato Direttivo,
egli risponde direttamente della conduzione di ogni attività e dell'impiego del patrimonio associativo
nell'annuale seduta di approvazione del rendiconto economico e finanziario. Tutti gli atti relativi alla
disposizione del patrimonio, dei fondi e dei finanziamenti dovranno essere autorizzati dal Presidente.
Non é possibile procedere alla distribuzione di fondi aventi natura di capitale, direttamente o indirettamente
tra i soci, salvo che la distribuzione non sia imposta dalla Legge. Il Presidente può disporre, per spese al di
fuori del preventivo al massimo di 1000.- Fr.

Art.27

Il patrimonio in denaro dell'Associazione deve essere versato su di un conto corrente presso una Banca e/o
Conto Postale, con depositate le firme del Presidente, e del Segretario/Cassiere (o di un terzo membro
comitato direttivo), entrambi con diritto di firma individuale.

Art.28

Le attrezzature dell'Associazione possono essere acquistate mediante conferimento da parte dei soci o con
i fondi disponibili.

 IV. DISPOSIZIONI FINALI

 Art. 29

La chiusura dei conti ha luogo alla fine di ogni anno civile. Il Comitato direttivo é tenuto a presentare
all’Assemblea dei soci il conto d’esercizio con la registrazione delle entrate e uscite dell’anno, nonché
il bilancio patrimoniale ed il preventivo.

 Art. 30

L’associazione é vincolata dalla firma congiunta del Presidente o Vice Presidente e del Segretario o Cassiere.

 Art. 31

Il patrimonio sociale é inalienabile e non potrà essere ripartito fra i soci. In caso di scioglimento l’Assemblea
dei soci deciderà in merito. I soci non sono responsabili dei debiti dell’associazione.

 Art. 32

Per tutto quanto non é espressamente previsto dal presente statuto vengono richiamate le disposizioni
del Codice Civile Svizzero sulle associazioni.

 Art. 33

Il presente statuto, approvato dall’Assemblea generale del 29 gennaio 2013 sostituisce ed annulla ogni
statuto precedente ed entra immediatamente in vigore.

Il Presidente                                                                                             

Vito Noto       

InizioIndietro123AvantiFine
Pagina 3 di 3

                     

                            


Copyright FotoClubLugano © 2017 Tutti i diritti riservati.